S-nodi | Un anno di fa bene diffuso
S-nodi | Un anno di fa bene diffuso
16925
post-template-default,single,single-post,postid-16925,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-9.2,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
 

Un anno di fa bene diffuso

Un anno di fa bene diffuso

Condividi sui tuoi social!

Fa bene diffuso’ compie un anno e presenta il 24 marzo i propri risultati ai policy maker della Città metropolitana di Torino.  L’azione è nata dall’accordo di collaborazione firmato nella primavera 2016 tra Città metropolitana di Torino e S-NODI, l’agenzia di sviluppo sostenuta da Caritas per lo sviluppo di progetti di lotta contro la povertà. Il progetto replica su scala metropolitana l’azione ‘Fa bene’ avviata nel 2013 da S-NODI a Torino in Barriera di Milano. Qui, nel mercato di Piazza Foroni, cui si sono aggiunti altri cinque mercati, i clienti vengono sensibilizzati dai commercianti dei banchi e dei negozi ad acquistare piccole quantità di cibo da donare alle famiglie del quartiere in difficoltà; a fine mattina il cibo donato viene raccolto insieme all’invenduto, smistato in pacchi e consegnato in bicicletta alle famiglie, che, a loro volta, si impegnano a restituire quanto ricevuto in forma di servizi alla comunità.

Città metropolitana e S-NODI promuovono congiuntamente sul territorio nuove culture e nuove soluzioni per il contrasto alla povertà. Esperienze e capacità dei due soggetti convergono sulla realizzazione di attività di tipo territoriale, di progettazione, monitoraggio e formazione che possono integrarsi e sostenersi, con l’utilizzo di risorse qualificate e strumenti adeguati, concorrendo ad orientare e facilitare la realizzazione di azioni sistematiche e attuare diverse forme di collaborazione in grado di analizzare i nuovi bisogni sociali.

“Progetti come Fa bene – sottolinea Tiziana Ciampolini, ceo di S-NODI– sono in grado di avviare processi concreti di contrasto alla povertà e di generare welfare di comunità, oggi fondamentale per uscire da una crisi che ha fatto precipitare molte famiglie in uno stato di povertà precedentemente sconosciuto. Questo, come altri progetti locali che insistono su concetti di reciprocità e generatività, sono ampiamente riconosciuti in Europa come efficaci e sono già replicati con successo in altri Paesi. Il protocollo sottoscritto con la Città metropolitana garantisce che tutto il territorio possa moltiplicare la sperimentazione di forme d’innovazione sociale nella lotta alla povertà. S-NODI promuove infatti sinergie istituzionali perché gli esiti del lavoro diano vita a policies efficaci nel contenuto, nell’uso delle risorse, nei benefici per la realizzazione di una società produttrice di benessere pubblico”. 


Condividi sui tuoi social!
No Comments

Post A Comment