S-nodi | Anche la comunicazione sociale ha il suo festival
S-nodi | Anche la comunicazione sociale ha il suo festival
7206
post-template-default,single,single-post,postid-7206,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-9.2,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
 

Anche la comunicazione sociale ha il suo festival

Anche la comunicazione sociale ha il suo festival

Condividi sui tuoi social!

È già confermato la seconda edizione nel 2017 il Festival della Comunicazione Sociale, organizzato nei giorni scorsi a Milano dalla Fondazione Pubblicità Progresso.

Centinaia di organizzazioni non profit, amministrazioni locali, imprese, operatori del settore, studenti, docenti, cittadini hanno partecipato ai 20 appuntamenti organizzati in diverse location della città. Un programma ricco con tre convegni, quattro incontri nelle Università (Statale, Cattolica, Politecnico, Iulm), proiezione di campagne sociali internazionali, quattro seminari tematici, viste guidate ad alcuni editori televisivi: si sono alternati 50 relatori per discutere dell’importanza di una comunicazione efficace per portare l’attenzione sul grande tema della sostenibilità, sulla necessità di innovare strumenti e linguaggi per dialogare con il cittadino e del ruolo delle imprese per contribuire al cambiamento sociale.

Alberto Contri, presidente di Pubblicità Progresso, promotore dell’evento, ai microfoni di Radio vaticana sottolinea che “non esistono differenze tecniche fra la comunicazione sociale e commerciale: la comunicazione commerciale vende dei prodotti; la comunità sociale vende delle motivazioni a mettere in campo determinati comportamenti. Quindi tecnicamente si usano gli stessi mezzi; mezzi che negli ultimi 20 anni sono cambiati moltissimo, perché sono entrati in campo i social network, i blog, il web: oggi una comunicazione sociale è efficace se porta a dei risultati, perché deve portare dei cambiamenti concreti nelle persone, che sia la raccolta differenziata o l’invito a trattare meglio le persone. Una parte – oramai un 60 per cento – è fatta di tutti i nuovi strumenti che ci vengono messi a disposizione dei nuovi media e quindi Facebook, Google, tutte i flash mob, gli eventi virali”. Più volte durante i lavori è emersa l’esigenza di nuovi modi di pensare e comunicare a tutto tondo, di persone capaci di operare in un nuovo mondo internazionale, interculturale e interdisciplinare, sempre più interconnesso ed interdipendente.

Momento significativo nell’ambito della manifestazione è stata la premiazione, a Palazzo Reale, del concorso On the Move 2016, indetto da Pubblicità Progresso e rivolto agli studenti delle università italiane. Vincitrici Alice Cellini, Carmen, Guido, Maria Francesca Misiti, Laura Martini e Marta Nozza Belli per “Like the bike” progetto per l’ideazione di una campagna pubblicitaria sui temi della Sostenibilità, Sobrietà, Solidarietà realizzato dalle cinque studentesse dell’Università degli Studi di Bergamo.  Le ragazze hanno studiato una campagna di promozione per l’utilizzo della bicicletta e per miglioramento della consapevolezza in merito ai benefici derivanti dall’utilizzo: riduzione delle emissioni, dei consumi e aumento del benessere fisico.

Registrato il tutto esaurito anche a #Pubblivorisociali la maratona che ha raccolto le migliori campagne sociali di tutto il mondo. 12 le categorie in gara: Alcol e Droga, Alimentazione, Ambiente, Diritti Umani, Disabilità, Fumo, Imprese, Infanzia, Lavoro, Pari Opportunità, Salute e Donazione, Sicurezza Stradale. L’evento è stato reso possibile da 12 anni di accurata selezione da parte di Pubblicità Progresso, che ha costruito una mediateca consultabile on line da Onlus e professionisti per avere l’opportunità di confrontarsi con la migliore produzione di tutti i paesi, spesso molto più avanti dell’Italia in questo campo.

Gli organizzatori si dicono soddisfatti, in modo particolare per la partecipazione degli studenti universitari: oltre 700 quelli coinvolti con un centinaio di professori, provenienti da 44 facoltà visitate in tutta Italia da Pubblicità Progresso.

 


Condividi sui tuoi social!
No Comments

Post A Comment